Note sull'uso

"VQlog": Note sull’uso

di Giuseppe Giunta, IT9VDQ

Aprendo il software ci si ritrova nella videata principale di inserimento qso. La prima volta che si apre il programma si è "costretti" a completare alcuni dati essenziali della stazione, che possono essere sempre rivisti in seguito nei menù "Configuration", e "Station data". Lo stesso vale per "Program Option", da dove si può settare l’ora in Gmt e, importantissimo, nella parte chiamata "Fields to be carried when entering qso", cliccare sul campo in basso che si chiama "Fields selected by the user"; scegliere quindi "Selected fields", e vi consiglio di cliccare anche sul campo "My locator", in modo che una volta digitato il nostro locator per la prima volta (nel primo qso), venga riportato in ogni qso successivo. Ciò è importante perché è proprio questo campo che, se riempito, permetterà di effettuare in maniera corretta tutta la serie di report previsti dal programma.

Inserire il qso è molto semplice, basta digitare i dati ascoltati dal corrispondente, ed alla fine dare il return. Esaminiamo le più importanti opzioni dei molteplici menù a tendina che si presentano di volta in volta:

FILE:

Inizialize: inizializza il database, cancellando gli eventuali qso esistenti; usare con attenzione.
Repair/Compact: ripara e compatta il database, se ci sono errori o se si sono cancellati qso.
Access by callsign, F5: per avere un elenco di qso, partendo da una data sigla.
Access by date, F6: si può accedere ai vari qso immettendo come chiave la data del qso.
Access by record number, F7: stessa cosa, ma per numero del qso.
Access by square, F8: accede al qso via uno square.
Browse logbook by……: accede all’intero log dei qso dal numero uno, o dalla fine.
Import: potrete importare da molti programmi, compreso FASTLOG 3.2/3.3.
Print: stampa la "coda di stampa"; serve per stampare ciò che si è fatto precedentemente.
Print logbook: per accedere alla stampa del log; permettere di scegliere fra un’intervallo di date e da quale locator abbiamo fatto i qso.
Printer selection: permette di scegliere al stampante.

EDIT:

ha due opzioni che permettono di cancellare il qso che si sta immettendo, oppure ritornare sopra i propri passi, in caso di ripensamento; rispettivamente sono: "Erase qso data", che cancella tutti i dati dell’eventuale qso che si sta inserendo (compresi i dati dei campi che il programma tiene in memoria, e riporta di qso in qso) e "Undo change" che riporta tutto alla situazione iniziale.

CONFIGURATION:

Oltre a quanto detto prima, in questo menù ci sono le opzioni di stampa per le label qsl, con la possibiltà di scegliere fra diversi tipi di label; stampa del database degli indirizzi, e l’opzione importante "Automatic date/time" per immettere l’ora e la data in modo automatico dal pc.

MAP:

Permette di vedere la mappa grafica del qso che si sta immettendo (bisogna aver immesso anche il locator del corrispondente), oppure la mappa del mondo intero, o dell’europa, con tutti i locator evidenziati come quadrati rossi; si potranno scegliere varie opzioni, come banda, lavorati, confermati o in attesa di conferma, o tipi diversi di propagazione (terrestre, eme, satellite, etc.).

SUMMARIES:

Contiene varie possibilità di ricerca su tutto ciò che si vuole "ricercare" nel nostro database: diplomi, liste di qso, paesi, prefissi, sia in forma di lista che in maniera grafica; tutto ciò può essere personalizzato in mille modi ed essere visualizzato in tabella, su file o come cartina geografica. Nota: tenete presente che affinché queste ricerche risultino "corrette", bisogna che in tutti i qso sia stato riempito il campo, in basso al centro, "My Locator", con il nostro locator nel momento in cui facciamo "quel" dato qso, oppure riempirlo con il nostro solito locator.

PRINT:

Si possono impostare le stampe per le label qsl con una infinità di parametri, stampare le label stesse, e stampare gli indirizzi dal database.

ADDRESS BOOK:

Serve per accedere al database degli indirizzi che è completamente personalizzabile.

HELP:

Da un ottimo help in inglese.

* * * * *

Note:

*Dalla barra delle icone posta in alto, si può accedere a molte delle opzioni che sono presenti nei vari menù a tendina, descritte sopra.

*Per fare l’import di qso dal programma Fastlog, scegliere FILE, IMPORT DATA, Import from FASTLOG 3.2/3.3; scegliere la directory dove avete sistemato il vostro Fastlog, decidere quale dei file ".LOG" volete importare, e dare return.

 
Share: Twitter   Facebook   Buzz  
Home page Site map Radio Sherlock search engine Join the Mailing List ! 

Select Language English Español

0 user comments


Add your comment to this page. (Important: Only comments directly related to the content of this page will be accepted. Other types of comments and complains can be sent to the webmaster.)

Name / Callsign
E-mail (Will not appear online)
Comment
To prevent automated Bots form spamming, please enter the text you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
»